voglio cogliere! Immagine

voglio cogliere!

Hai effettuato una consegna importante a uno dei tuoi clienti, ma l'acquirente non paga l'importo dovuto. Cosa sai fare? In questi casi, puoi far sequestrare la merce dell'acquirente. Tuttavia, questo è soggetto a determinate condizioni. Inoltre, ci sono diversi tipi di convulsioni. In questo blog leggerai tutto ciò che devi sapere sul pignoramento dei tuoi debitori.

Sequestro cautelare vs. sequestro esecutivo

Possiamo distinguere tra due tipi di sequestro, cautelare ed esecutivo. In caso di pignoramento preventivo, il creditore può sequestrare temporaneamente i beni per essere sicuro che il debitore disporrà ancora di denaro sufficiente per saldare successivamente il suo debito. Dopo l'esecuzione del pignoramento cautelare, il creditore deve avviare un procedimento affinché il giudice possa pronunciarsi sul conflitto in base al quale è costituito il pignoramento. Tali procedimenti sono anche chiamati procedimenti di merito. In parole povere, il creditore prende in custodia i beni del debitore fino a che il giudice non abbia deciso nel merito. La merce, pertanto, non potrà essere venduta fino a tale momento. In un pignoramento esecutivo, invece, la merce viene sequestrata per la vendita. Il ricavato della vendita viene poi utilizzato per estinguere il debito.

Sequestro preventivo

Entrambe le forme di sequestro non sono consentite proprio così. Per depositare un sequestro preventivo, è necessario ottenere l'autorizzazione dal giudice cautelare. A tal fine, il tuo avvocato deve presentare una domanda al tribunale. Questa domanda deve anche indicare il motivo per cui si desidera presentare un allegato di pregiudizio. Ci deve essere il timore di appropriazione indebita. Una volta che il tribunale ha concesso la sua autorizzazione, i beni del debitore possono essere pignorati. In questo caso è importante che il creditore non sia autorizzato a sequestrare i beni in modo indipendente, ma che ciò avvenga tramite un ufficiale giudiziario. Trascorso questo, il creditore dispone di quattordici giorni per avviare il procedimento nel merito. Il vantaggio del pignoramento è che il creditore non deve temere che, se il debito viene liquidato con un procedimento di merito avanti al giudice, il debitore non avrà più soldi per pagare il debito.

Sequestro esecutivo

In caso di pignoramento per l'esecuzione, è richiesto un titolo esecutivo. Questo di solito comporta un ordine o una sentenza del tribunale. Per un titolo esecutivo è quindi spesso necessario che il procedimento in tribunale sia già stato condotto. Se hai il titolo esecutivo, puoi chiedere all'ufficiale giudiziario di scontarlo. In tal modo, l'ufficiale giudiziario visiterà il debitore e darà l'ordine di pagare il debito entro un certo periodo di tempo (ad esempio, entro due giorni). Se il debitore non paga entro questo termine, l'ufficiale giudiziario può eseguire il pignoramento di tutti i beni del debitore. L'ufficiale giudiziario può quindi vendere questi beni a un'asta esecutiva, dopodiché il ricavato va al creditore. Si può anche pignorare il conto bancario del debitore. Naturalmente in questo caso non è necessario che si svolga un'asta, ma il denaro può essere trasferito direttamente al creditore con il consenso dell'ufficiale giudiziario.

Impostazioni privacy
Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza mentre utilizzi il nostro sito web. Se stai utilizzando i nostri Servizi tramite un browser, puoi limitare, bloccare o rimuovere i cookie attraverso le impostazioni del tuo browser web. Usiamo anche contenuti e script di terze parti che potrebbero utilizzare le tecnologie di tracciamento. È possibile fornire in modo selettivo il proprio consenso di seguito per consentire tali incorporamenti di terze parti. Per informazioni complete sui cookie che utilizziamo, i dati che raccogliamo e su come li elaboriamo, si prega di consultare il nostro Informativa sulla Privacy
Law & More B.V.