Divorzi internazionali

Era consuetudine sposare qualcuno della stessa nazionalità o della stessa origine. Al giorno d'oggi, i matrimoni tra persone di diverse nazionalità stanno diventando più comuni. Purtroppo, il 40% dei matrimoni nei Paesi Bassi finisce con il divorzio. Come funziona se si vive in un paese diverso da quello in cui si è contratto il matrimonio?

Divorzi internazionali

Fare una richiesta all'interno dell'UE

Il regolamento (CE) n. 2201/2003 (o: Bruxelles II bis) è applicabile a tutti i paesi dell'UE dal 1 ° marzo 2015. Regola la competenza, il riconoscimento e l'esecuzione delle decisioni in materia matrimoniale e la responsabilità genitoriale. Le norme dell'UE si applicano al divorzio, alla separazione personale e all'annullamento del matrimonio. All'interno dell'UE, una domanda di divorzio può essere presentata nel paese in cui è competente il tribunale. Il tribunale ha giurisdizione nel paese:

  • Dove entrambi i coniugi risiedono abitualmente.
  • Di cui entrambi i coniugi sono cittadini.
  • Dove si chiede il divorzio insieme.
  • Quando un partner chiede il divorzio e l'altro risiede abitualmente.
  • Se un partner risiede abitualmente da almeno 6 mesi ed è cittadino del paese. Se lui o lei non è un cittadino, la petizione può essere presentata se questa persona ha vissuto nel paese per almeno un anno.
  • Dove uno dei partner ha risieduto abitualmente per ultimo e dove risiede ancora uno dei partner.

All'interno dell'UE, il giudice che per primo riceve una domanda di divorzio che soddisfa le condizioni è competente a decidere in merito al divorzio. Il tribunale che pronuncia il divorzio può anche decidere sulla custodia dei genitori dei figli che vivono nel paese del tribunale. Le norme dell'UE sul divorzio non si applicano alla Danimarca perché il regolamento Bruxelles II bis non è stato adottato lì.

In Olanda

Se la coppia non vive nei Paesi Bassi, in linea di principio è possibile divorziare nei Paesi Bassi solo se i coniugi hanno entrambi la cittadinanza olandese. Se questo non è il caso, il tribunale olandese può dichiararsi competente in circostanze speciali, ad esempio se non è possibile divorziare all'estero. Anche se la coppia è sposata all'estero, può chiedere il divorzio nei Paesi Bassi. Una condizione è che il matrimonio sia registrato presso il registro civile del luogo di residenza nei Paesi Bassi. Le conseguenze del divorzio possono essere diverse all'estero. Un decreto di divorzio di un paese dell'UE viene automaticamente riconosciuto da altri paesi dell'UE. Al di fuori dell'UE questo può essere notevolmente diverso.

Un divorzio può avere conseguenze per lo status di residente di qualcuno nei Paesi Bassi. Se un partner ha un permesso di soggiorno perché viveva con il suo partner nei Paesi Bassi, è importante che richieda un nuovo permesso di soggiorno a condizioni diverse. Se ciò non avviene, il permesso di soggiorno può essere revocato.

Quale legge si applica?

La legge del paese in cui è presentata la domanda di divorzio non si applica necessariamente al divorzio. Un tribunale potrebbe dover applicare la legge straniera. Questo accade più spesso nei Paesi Bassi. Per ogni parte del caso si deve valutare se il tribunale è competente e quale legge deve essere applicata. Il diritto internazionale privato gioca un ruolo importante in questo. Questa legge è un termine generico per aree del diritto in cui è coinvolto più di un paese. Il 1 ° gennaio 2012, il libro 10 del codice civile olandese è entrato in vigore nei Paesi Bassi. Contiene le regole del diritto internazionale privato. La regola principale è che il tribunale dei Paesi Bassi applica la legge olandese sul divorzio, indipendentemente dalla nazionalità e dal luogo di residenza dei coniugi. Questo è diverso quando la coppia ha registrato la scelta della legge. I coniugi sceglieranno quindi la legge applicabile al loro procedimento di divorzio. Questo può essere fatto prima della conclusione del matrimonio, ma può anche essere fatto in una fase successiva. Questo è possibile anche quando stai per divorziare.

Regolamento sui regimi patrimoniali tra coniugi

Per i matrimoni contratti a partire dal 29 gennaio 2019, si applicherà il regolamento (UE) n. 2016/1103. Questo regolamento disciplina la legge applicabile e l'esecuzione delle decisioni in materia di regimi patrimoniali tra coniugi. Le regole che stabilisce determinano quali tribunali possono pronunciarsi sulla proprietà dei coniugi (giurisdizione), quale legge si applica (conflitto di leggi) e se una sentenza emessa da un tribunale di un altro paese debba essere riconosciuta ed eseguita dall'altro (riconoscimento e l'applicazione). In linea di principio, lo stesso tribunale è ancora competente in base alle norme del regolamento Bruxelles II bis. Se non è stata scelta la legge, si applica la legge dello Stato in cui i coniugi hanno la prima residenza comune. In assenza di una residenza abituale comune, si applicherà la legge dello Stato di cittadinanza di entrambi i coniugi. Se i coniugi non hanno la stessa nazionalità, si applica la legge dello Stato con cui i coniugi hanno il legame più stretto.

Il regolamento si applica quindi solo al patrimonio coniugale. Le regole determinano se la legge olandese, e quindi la comunità generale della proprietà o la comunità limitata della proprietà o un sistema straniero, debba essere applicata. Ciò può avere molte conseguenze per le tue risorse. È quindi saggio chiedere consulenza legale, ad esempio, su un accordo di scelta della legge.

Per una consulenza prima del matrimonio o per consulenza e assistenza in caso di divorzio, puoi rivolgerti agli avvocati di famiglia di Law & More. At Law & More comprendiamo che il divorzio e gli eventi successivi possono avere conseguenze di vasta portata sulla tua vita. Ecco perché adottiamo un approccio personale. Insieme a te e possibilmente al tuo ex partner, possiamo determinare la tua situazione legale durante il colloquio sulla base della documentazione e provare a registrare la tua visione o desideri. Inoltre, possiamo assisterti in una possibile procedura. Gli avvocati di Law & More sono esperti nel campo del diritto della persona e della famiglia e sono felici di guidarti, possibilmente insieme al tuo partner, attraverso un processo di divorzio.

Share