Responsabilità degli amministratori nei Paesi Bassi

Introduzione

Avviare una tua azienda è un'attività interessante per molte persone e presenta diversi vantaggi. Tuttavia, ciò che gli (futuri) imprenditori sembrano sottostimare è il fatto che la fondazione di un'azienda comporta anche svantaggi e rischi. Quando una società viene fondata sotto forma di persona giuridica, è presente il rischio di responsabilità degli amministratori.

Un'entità legale è un ente giuridico separato con una personalità giuridica. Pertanto, un'entità legale è in grado di eseguire azioni legali. Per raggiungere questo obiettivo, l'entità legale ha bisogno di aiuto. Poiché l'entità legale esiste solo su carta, non può operare su se stessa. L'entità legale deve essere rappresentata da una persona fisica. In linea di principio, l'entità legale è rappresentata dal consiglio di amministrazione. Gli amministratori possono eseguire azioni legali per conto della persona giuridica. Il direttore vincola l'entità giuridica solo con queste azioni. In linea di principio, un amministratore non è responsabile per i debiti della persona giuridica con i suoi beni personali. Tuttavia, in alcuni casi può verificarsi la responsabilità degli amministratori, nel qual caso l'amministratore sarà personalmente responsabile. Esistono due tipi di responsabilità degli amministratori: responsabilità interna ed esterna. Questo articolo discute i diversi motivi di responsabilità degli amministratori.

Responsabilità interna degli amministratori

Responsabilità interna significa che un amministratore sarà ritenuto responsabile dalla persona giuridica stessa. La responsabilità interna deriva dall'articolo 2: 9 del codice civile olandese. Un regista può essere ritenuto responsabile internamente quando ha adempiuto ai suoi compiti in modo improprio. L'adempimento improprio di compiti è assunto quando una accusa grave può essere fatta contro il regista. Questo si basa sull'articolo 2: 9 del codice civile olandese. Inoltre, il direttore potrebbe non essere stato negligente nell'adottare misure al fine di prevenire il verificarsi di una gestione impropria. Quando parliamo di una grave accusa? Secondo la giurisprudenza, questo deve essere valutato tenendo conto di tutte le circostanze del caso.[1]

Agire in contrasto con l'atto costitutivo della persona giuridica è classificato come una circostanza forte. In tal caso, la responsabilità degli amministratori sarà assunta in linea di principio. Tuttavia, un amministratore può presentare fatti e circostanze indicando che agire in contrasto con l'atto costitutivo non comporta una grave accusa. In tal caso, il giudice dovrebbe includerlo esplicitamente nel suo giudizio.[2]

Diverse responsabilità interne ed esculpazioni

La responsabilità basata sull'articolo 2: 9 del codice civile olandese implica che in linea di principio tutti gli amministratori sono gravemente responsabili. Saranno pertanto avanzate accuse nei confronti dell'intero consiglio di amministrazione. Tuttavia, esiste un'eccezione a questa regola. Un regista può escludere ('scusa') se stesso dalla responsabilità degli amministratori. A tal fine, il direttore deve dimostrare che l'accusa non può essere formulata nei suoi confronti e che non è stato negligente nell'adottare misure per impedire una gestione impropria. Ciò deriva dall'articolo 2: 9 del codice civile olandese. Un appello alla esculpazione non sarà facilmente accettato. Il direttore deve dimostrare di aver preso tutte le misure in suo potere per impedire una gestione impropria. L'onere della prova incombe al regista.

Una divisione dei compiti all'interno del consiglio di amministrazione può essere importante per determinare se un amministratore è responsabile o meno. Tuttavia, alcuni compiti sono considerati compiti che interessano l'intero consiglio di amministrazione. Gli amministratori dovrebbero essere consapevoli di determinati fatti e circostanze. Una divisione di compiti non cambia questo. In linea di principio, l'incompetenza non è motivo di esculpazione. Ci si può aspettare che gli amministratori siano adeguatamente informati e che facciano domande. Tuttavia, possono verificarsi situazioni in cui ciò non è prevedibile per un regista.[3] Pertanto, se un regista può o meno abolire se stesso con successo, dipende molto dai fatti e dalle circostanze del caso.

Responsabilità esterna degli amministratori

La responsabilità esterna implica che un amministratore è responsabile nei confronti di terzi. La responsabilità esterna penetra il velo aziendale. L'entità legale non protegge più le persone fisiche che sono i direttori. I motivi legali per la responsabilità degli amministratori esterni sono la gestione impropria, basata sull'articolo 2: 138 Codice civile olandese e sull'articolo 2: 248 Codice civile olandese (in caso di fallimento) e un atto illecito basato sull'articolo 6: 162 Codice civile olandese (al di fuori del fallimento ).

Responsabilità esterna degli amministratori in caso di fallimento

La responsabilità degli amministratori esterni in caso di fallimento si applica alle società a responsabilità limitata (la BV olandese e la NV). Ciò deriva dall'articolo 2: 138 del codice civile olandese e dall'articolo 2: 248 del codice civile olandese. Gli amministratori possono essere ritenuti responsabili quando il fallimento è stato causato da cattiva gestione o errori del consiglio di amministrazione. Il curatore, che rappresenta tutti i creditori, deve verificare se si può applicare la responsabilità degli amministratori.

La responsabilità esterna in caso di fallimento può essere accettata quando il consiglio di amministrazione ha adempiuto in modo improprio ai suoi compiti e questo adempimento improprio è apparentemente una causa importante del fallimento. L'onere della prova riguardo a questo inadeguato adempimento dei compiti incombe al curatore; deve rendere plausibile che un regista che ragiona in modo ragionevole, nelle stesse circostanze, non avrebbe agito in questo modo.[4] Le azioni che danneggiano i creditori in linea di principio generano una gestione impropria. Gli abusi da parte degli amministratori devono essere evitati.

Il legislatore ha incluso alcune ipotesi di prova nell'articolo 2: 138 sub 2 Codice civile olandese e nell'articolo 2: 248 sub 2 Codice civile olandese. Quando il consiglio di amministrazione non rispetta l'articolo 2:10 del codice civile olandese o l'articolo 2: 394 del codice civile olandese, sorge un'ipotesi di prova. In questo caso, si presume che una gestione impropria sia stata una causa importante del fallimento. Ciò trasferisce l'onere della prova al direttore. Tuttavia, gli amministratori possono confutare le ipotesi di prova. Per fare ciò, il direttore deve rendere plausibile che il fallimento non sia stato causato da una gestione impropria, ma da altri fatti e circostanze. Il direttore deve inoltre dimostrare di non essere stato negligente nell'adottare misure per impedire una gestione impropria.[5] Inoltre, il curatore può presentare un reclamo solo per il periodo di tre anni prima del fallimento. Ciò deriva dall'articolo 2: 138 sub 6 Codice civile olandese e dall'articolo 2: 248 sub 6 Codice civile olandese.

Diverse responsabilità esterne ed esculpazione

Ogni amministratore è gravemente responsabile di un'apparente gestione impropria in caso di fallimento. Tuttavia, i registi possono sfuggire a questa responsabilità assumendosi. Ciò deriva dall'articolo 2: 138 sub 3 del codice civile olandese e dall'articolo 2: 248 sub 3 del codice civile olandese. Il direttore deve dimostrare che l'adempimento improprio di compiti non può essere tenuto contro di lui. Potrebbe anche non essere stato negligente nell'adottare misure per evitare le conseguenze dell'adempimento improprio dei compiti. L'onere della prova nell'esculpazione è a carico del regista. Ciò deriva dagli articoli sopra menzionati ed è stabilito nella recente giurisprudenza della Corte suprema olandese.[6]

Responsabilità esterna basata su un atto di illecito

Gli amministratori possono anche essere ritenuti responsabili in base a un atto illecito, che deriva dall'articolo 6: 162 del codice civile olandese. Questo articolo fornisce una base generale per la responsabilità. La responsabilità degli amministratori basata su un atto illecito può anche essere invocata da un singolo creditore.

La Corte suprema olandese distingue due tipi di responsabilità dei direttori sulla base di un atto illecito. In primo luogo, la responsabilità può essere accettata sulla base dello standard Beklamel. In questo caso, un amministratore ha stipulato un accordo con una terza parte per conto della società, mentre sapeva o avrebbe dovuto ragionevolmente comprendere che la società non poteva ottemperare agli obblighi derivanti da questo accordo.[7] Il secondo tipo di responsabilità è la frustrazione delle risorse. In questo caso, un amministratore ha causato il fatto che la società non sta pagando i suoi creditori e non è in grado di adempiere ai suoi obblighi di pagamento. Le azioni del regista sono così imprudenti che si può fare una grave accusa contro di lui.[8] L'onere della prova in questo incombe al creditore.

Responsabilità del direttore della persona giuridica

Nei Paesi Bassi, una persona fisica e una persona giuridica possono essere amministratori di una persona giuridica. Per semplificare le cose, la persona fisica che è un regista sarà chiamata direttrice naturale e la persona giuridica che è un regista sarà chiamata direttrice dell'entità in questo paragrafo. Il fatto che un'entità legale possa essere un amministratore non significa che la responsabilità degli amministratori possa essere semplicemente evitata nominando un'entità legale come amministratore. Ciò deriva dall'articolo 2:11 del codice civile olandese. Quando un amministratore di entità è ritenuto responsabile, tale responsabilità ricade anche sui direttori naturali di tale direttore di entità.

L'articolo 2:11 del Codice civile olandese si applica alle situazioni in cui la responsabilità degli amministratori è assunta in base all'articolo 2: 9 Codice civile olandese, articolo 2: 138 Codice civile olandese e articolo 2: 248 Codice civile olandese. Tuttavia, sono sorti dubbi sull'opportunità dell'articolo 2:11 del codice civile olandese sulla responsabilità degli amministratori basata su un atto illecito. La Corte suprema olandese ha deciso che è proprio così. In questa sentenza, la Corte suprema olandese indica la storia legale. L'articolo 2:11 del codice civile olandese mira a impedire alle persone fisiche di nascondersi dietro i direttori delle entità al fine di evitare la responsabilità. Ciò implica che l'articolo 2:11 del codice civile olandese si applica a tutti i casi in cui un amministratore di entità può essere ritenuto responsabile in base alla legge.[9]

Dimissione del consiglio di amministrazione

La responsabilità degli amministratori può essere evitata concedendo il discarico al consiglio di amministrazione. Discarico significa che la politica del consiglio di amministrazione, come condotta fino al momento del discarico, è approvata dall'entità legale. Il discarico è quindi una rinuncia alla responsabilità degli amministratori. Il discarico non è un termine che può essere trovato nella legge, ma è spesso incluso nell'atto costitutivo di una persona giuridica. Lo scarico è una rinuncia interna alla responsabilità. Pertanto, il discarico si applica solo alla responsabilità interna. Le terze parti sono ancora in grado di invocare la responsabilità degli amministratori.

Il discarico si applica solo a fatti e circostanze che erano noti agli azionisti al momento della concessione del discarico.[10] La responsabilità per fatti sconosciuti sarà ancora presente. Pertanto, il discarico non è sicuro al cento per cento e non offre garanzie agli amministratori.

Conclusione

L'imprenditorialità può essere un'attività stimolante e divertente, ma sfortunatamente comporta dei rischi. Molti imprenditori credono di poter escludere la responsabilità fondando una persona giuridica. Questi imprenditori saranno delusi; in determinate circostanze, si può applicare la responsabilità degli amministratori. Ciò può avere conseguenze estese; un direttore sarà responsabile per i debiti dell'azienda con i suoi beni privati. Pertanto, i rischi derivanti dalla responsabilità degli amministratori non devono essere sottovalutati. Sarebbe saggio che i direttori delle persone giuridiche rispettino tutte le disposizioni legali e gestiscano la persona giuridica in modo aperto e deliberato.

La versione completa di questo articolo è disponibile tramite questo link

Contattaci

Se hai domande o commenti dopo aver letto questo articolo, non esitare a contattare Maxim Hodak, avvocato presso Law & More via maxim.hodak@lawandmore.nl, or Tom Meevis, lawyer at Law & More via tom.meevis@lawandmore.nl, or call +31 (0)40-3690680.

[1] ECLI: NL: HR: 1997: ZC2243 (Staleman / Van de Ven).

[2] ECLI: NL: HR: 2002: AE7011 (Berghuizer Papierfabriek).

[3] ECLI: NL: GHAMS: 2010: BN6929.

[4] ECLI: NL: HR: 2001: AB2053 (Panmo).

[5] ECLI: NL: HR: 2007: BA6773 (Blue Tomato).

[6] ECLI: NL: HR: 2015: 522 (Glascentrale Beheer BV).

[7] ECLI: NL: HR: 1989: AB9521 (denuncia).

[8] ECLI: NL: HR: 2006: AZ0758 (Ontvanger / Roelofsen).

[9] ECLI: NL: HR: 2017: 275.

[10] ECLI: NL: HR: 1997: ZC2243 (Staleman / Van de Ven); ECLI: NL: HR: 2010: BM2332.

Condividi