Riconoscimento ed esecuzione delle sentenze straniere nei Paesi Bassi

Riconoscimento ed esecuzione delle sentenze straniere nei Paesi Bassi

Una sentenza resa all'estero può essere riconosciuta e/o eseguita nei Paesi Bassi? Questa è una domanda frequente nella pratica legale che si occupa regolarmente di parti e controversie internazionali. La risposta a questa domanda non è univoca. La dottrina del riconoscimento e dell'esecuzione delle sentenze straniere è piuttosto complessa a causa di varie leggi e regolamenti. Questo blog fornisce una breve spiegazione delle leggi e dei regolamenti applicabili nel contesto del riconoscimento per l'esecuzione delle sentenze straniere nei Paesi Bassi. Sulla base di ciò, la domanda di cui sopra troverà risposta in questo blog.

Per quanto riguarda il riconoscimento e l'esecuzione delle sentenze straniere, l'articolo 431 del codice di procedura civile (DCCP) è centrale nei Paesi Bassi. Questo stabilisce quanto segue:

'1. Fatte salve le disposizioni degli articoli 985-994, né le decisioni rese da tribunali stranieri né gli atti pubblici redatti al di fuori dei Paesi Bassi possono essere eseguiti nei Paesi Bassi.

2. Le cause possono essere ascoltate e risolte di nuovo davanti al tribunale olandese».

Articolo 431 paragrafo 1 DCCP – esecuzione di una sentenza straniera

Il primo comma dell'art. 431 DCCP si occupa dell'esecuzione delle sentenze straniere ed è chiaro: il principio di base è che le sentenze straniere non possono essere eseguite nei Paesi Bassi. Tuttavia, il primo comma del suddetto articolo va oltre e prevede che vi sia anche un'eccezione al principio fondamentale, e precisamente nei casi previsti dagli artt. 985-994 DCCP.

Gli articoli 985-994 DCCP contengono norme generali per la procedura di esecuzione dei titoli esecutivi creati in Stati esteri. Queste regole generali, note anche come procedura di exequatur, si applicano ai sensi dell'articolo 985, paragrafo 1, DCCP solo nel caso in cui «una decisione emessa dal tribunale di uno Stato estero è esecutiva nei Paesi Bassi in virtù di un trattato o in forza di la legge'.

A livello europeo (UE), ad esempio, esistono in questo contesto le seguenti normative pertinenti:

  • Regolamento EEX in materia civile e commerciale internazionale
  • Regolamento Ibis sul divorzio internazionale e la responsabilità dei genitori
  • Regolamento sugli alimenti sul mantenimento internazionale di figli e coniugi
  • Regolamento sul diritto di proprietà matrimoniale sul diritto internazionale della proprietà matrimoniale
  • Regolamento del partenariato sul diritto della proprietà delle partnership internazionali
  • Ordinanza sull'eredità sul diritto delle successioni internazionali

Se una sentenza straniera è esecutiva nei Paesi Bassi in virtù di una legge o di un trattato, tale decisione non costituisce automaticamente un'ordinanza esecutiva, quindi può essere eseguita. A tal fine, occorre prima chiedere al giudice olandese di concedere l'autorizzazione all'esecuzione di cui all'articolo 985 DCCP. Ciò non significa che il caso sarà riesaminato. Non è così, secondo l'articolo 985 Rv. Esistono, tuttavia, criteri in base ai quali il giudice valuta se concedere o meno il congedo. I criteri esatti sono specificati nella legge o nel trattato in base al quale la decisione è esecutiva.

Articolo 431 comma 2 DCCP – riconoscimento di una sentenza straniera

Nel caso in cui non esista un trattato esecutivo tra i Paesi Bassi e lo Stato estero, una sentenza straniera ai sensi dell'art. 431 comma 1 DCCP nei Paesi Bassi non ammissibili all'esecuzione. Ne è un esempio una sentenza russa. Dopotutto, non esiste un trattato tra il Regno dei Paesi Bassi e la Federazione Russa che disciplini il riconoscimento reciproco e l'esecuzione delle decisioni in materia civile e commerciale.

Se una parte desidera tuttavia eseguire una sentenza straniera che non è esecutiva in virtù di un trattato o di una legge, l'articolo 431 capoverso 2 DCCP offre un'alternativa. Il secondo comma dell'articolo 431 DCCP prevede che una parte, a favore della quale è stata pronunciata la sentenza nella sentenza straniera, può proporre nuovamente il giudizio dinanzi al giudice olandese, al fine di ottenere una decisione comparabile esecutiva. Il fatto che un tribunale straniero abbia già deciso sulla stessa controversia non impedisce che la controversia venga nuovamente portata dinanzi al tribunale olandese.

In questi nuovi procedimenti ai sensi dell'articolo 431, paragrafo 2 DCCP, il tribunale olandese "valuta in ogni caso particolare se e in quale misura l'autorità debba essere attribuita a una sentenza straniera" (HR 14 novembre 1924, NJ 1925, Bontmantel). Il principio di base qui è che una sentenza straniera (che ha acquisito forza di cosa giudicata) è riconosciuta nei Paesi Bassi se i seguenti requisiti minimi sono stati sviluppati nella sentenza della Corte Suprema del 26 settembre 2014 (ECLI:NL:HR:2014:2838, Gazprombank) è completato:

  1. la competenza del giudice che ha emesso la sentenza straniera poggia su un criterio di giurisdizione generalmente accettabile dagli standard internazionali;
  2. la sentenza straniera è stata raggiunta in un procedimento giudiziario che soddisfa i requisiti del giusto processo e con garanzie sufficienti;
  3. il riconoscimento della sentenza straniera non è contrario all'ordine pubblico olandese;
  4. non si tratta di una situazione in cui la sentenza straniera è incompatibile con una decisione di un tribunale olandese emessa tra le parti, o con una precedente decisione di un tribunale straniero emessa tra le stesse parti in una controversia sullo stesso argomento e si basa sulla stessa causa.

Se le condizioni di cui sopra sono soddisfatte, non può essere trattata nel merito la causa e il tribunale olandese può essere sufficiente con una condanna dell'altra parte a quella a cui era già stata condannata nella sentenza straniera. Si noti che in questo sistema, sviluppato in giurisprudenza, la sentenza straniera non è dichiarata 'esecutiva', ma viene emessa una nuova condanna in una sentenza olandese che corrisponde alla condanna nella sentenza straniera.

Se le condizioni da a) a d) non sono soddisfatte, il contenuto della causa dovrà comunque essere sostanzialmente trattato dal giudice. Se e, in caso affermativo, quale valore probatorio debba essere attribuito alla sentenza straniera (non ammissibile al riconoscimento) è rimessa alla discrezionalità del giudice. Risulta dalla giurisprudenza che, quando si tratta della condizione dell'ordine pubblico, il giudice olandese attribuisce valore al principio del diritto al contraddittorio. Ciò significa che se la sentenza straniera è stata emessa in violazione di questo principio, il suo riconoscimento sarà probabilmente contrario all'ordine pubblico.

Sei coinvolto in una controversia legale internazionale e vuoi che la tua sentenza straniera sia riconosciuta o eseguita nei Paesi Bassi? Si prega di contattare Law & More. A Law & More, siamo consapevoli che le controversie legali internazionali sono complesse e possono avere conseguenze di vasta portata per le parti. È per questo Law & MoreGli avvocati usano un approccio personale, ma adeguato. Insieme a te, analizzano la tua situazione e delineano i prossimi passi da compiere. Se necessario, i nostri avvocati, esperti nel campo del diritto internazionale e procedurale, sono anche lieti di assistervi in ​​qualsiasi procedimento di riconoscimento o di esecuzione.

Impostazioni privacy
Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza mentre utilizzi il nostro sito web. Se stai utilizzando i nostri Servizi tramite un browser, puoi limitare, bloccare o rimuovere i cookie attraverso le impostazioni del tuo browser web. Usiamo anche contenuti e script di terze parti che potrebbero utilizzare le tecnologie di tracciamento. È possibile fornire in modo selettivo il proprio consenso di seguito per consentire tali incorporamenti di terze parti. Per informazioni complete sui cookie che utilizziamo, i dati che raccogliamo e su come li elaboriamo, si prega di consultare il nostro Informativa sulla Privacy
Law & More B.V.