Indicizzazione legale degli alimenti 2023 Immagine

Indicizzazione legale degli alimenti 2023

Ogni anno, il governo aumenta gli importi degli alimenti di una certa percentuale. Questo si chiama indicizzazione degli alimenti. L'aumento dipende dall'aumento medio dei salari nei Paesi Bassi. L'indicizzazione degli alimenti per figli e partner ha lo scopo di correggere l'aumento degli stipendi e del costo della vita. Il ministro della Giustizia fissa la percentuale. Il ministro determina la percentuale di indicizzazione legale, indicizzazione degli alimenti secondo gli standard Trema per l'anno a venire.

Il tasso di indicizzazione per il 2023 è stato fissato a 3.4%. Ciò significa che dal 1° gennaio 2023 l'importo degli alimenti applicabili sarà aumentato del 3.4%. L'assegno deve provvedere personalmente a tale aumento.

Ogni pagatore di alimenti è legalmente obbligato ad applicare questo aumento. Anche se il tuo stipendio non è aumentato o le tue spese sono aumentate, sei obbligato a utilizzare l'indicizzazione degli alimenti. Se non paghi l'aumento, il tuo ex partner potrebbe essere in grado di richiedere l'importo. L'obbligo di indicizzare gli alimenti si applica sia agli alimenti del figlio che a quelli del partner. Anche se non hai concordato questo nel piano genitoriale e/o nel patto di divorzio e/o l'ordinanza del tribunale non menziona l'indicizzazione, l'indicizzazione si applica per effetto di legge. Solo nei casi in cui l'indicizzazione legale del mantenimento dei figli e del coniuge è esplicitamente esclusa per convenzione o per decisione del tribunale, essa non deve essere pagata.

Indicizzazione alimenti 2023 autocalcolo

L'indicizzazione degli alimenti del partner e del figlio viene calcolata come segue: importo attuale degli alimenti/100 x la percentuale di indicizzazione 2023 + importo attuale degli alimenti. Esempio: supponiamo che l'importo degli alimenti del partner attuale sia di € 300 e che il nuovo importo degli alimenti dopo l'indicizzazione sia (300/100) x 3.4 + 300 = € 310.20.

Negli anni precedenti non è stata applicata alcuna indicizzazione?

Sei il pagatore degli alimenti? Allora sarebbe meglio se tenessi sempre d'occhio tu stesso l'indicizzazione degli alimenti. Non riceverai alcuna notifica in merito e l'importo non verrà adeguato automaticamente. Se non lo indicizzi annualmente, il tuo ex partner può richiedere l'indicizzazione per un massimo di cinque anni. Gli importi coinvolti possono quindi essere considerevoli. Ti consigliamo di calcolare il nuovo importo degli alimenti e di assicurarti di pagare il nuovo importo degli alimenti al tuo ex partner o ai tuoi figli entro il 1° gennaio 2023.

Hai domande sull'indicizzazione legale degli alimenti o sulla riscossione degli arretrati degli alimenti? O vorresti che l'importo degli alimenti fosse determinato o modificato? Si prega di mettersi in contatto con il nostro avvocati di diritto di famiglia.

Impostazioni privacy
Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza mentre utilizzi il nostro sito web. Se stai utilizzando i nostri Servizi tramite un browser, puoi limitare, bloccare o rimuovere i cookie attraverso le impostazioni del tuo browser web. Usiamo anche contenuti e script di terze parti che potrebbero utilizzare le tecnologie di tracciamento. È possibile fornire in modo selettivo il proprio consenso di seguito per consentire tali incorporamenti di terze parti. Per informazioni complete sui cookie che utilizziamo, i dati che raccogliamo e su come li elaboriamo, si prega di consultare il nostro Informativa sulla Privacy
Law & More B.V.