I pro ei contro della società a due livelli legale

La società statutaria a due livelli è una forma speciale di società che può rivolgersi alla NV e alla BV (nonché alla cooperativa). Si pensa spesso che ciò si applichi solo ai gruppi operanti a livello internazionale con parte delle loro attività nei Paesi Bassi. Tuttavia, questo non deve necessariamente essere il caso; il regime di struttura può diventare applicabile prima di quanto ci si aspetterebbe. È qualcosa che dovrebbe essere evitato o ha anche i suoi vantaggi? Questo articolo discute i dettagli della società a due livelli legale e consente di effettuare una valutazione adeguata dei suoi effetti.

I pro ei contro della società a due livelli legale

L'obiettivo della società a due livelli legale

La società a due livelli legale è stata introdotta nel nostro sistema legale a causa dello sviluppo della partecipazione azionaria a metà del secolo scorso. Dove prima c'erano azionisti di maggioranza impegnati a lungo termine, è diventato sempre più comune (anche per i fondi pensione) investire brevemente in un'azienda. Poiché ciò ha comportato anche un minore coinvolgimento, l'Assemblea generale degli azionisti (di seguito "GMS") è stata meno in grado di supervisionare la gestione. Ciò ha portato il legislatore a introdurre la società a due livelli per legge negli anni '1970: una forma speciale di attività in cui si cerca una supervisione più rigorosa in un equilibrio tra lavoro e capitale. Tale equilibrio è destinato a essere raggiunto inasprendo i compiti e i poteri dell'Organismo di Vigilanza (di seguito “OdV”) e mediante l'istituzione di un Comitato Aziendale a scapito dei poteri del GMS.

Oggi, questo sviluppo dell'azionariato è ancora rilevante. Poiché il ruolo di molti azionisti nelle grandi società è passivo, può accadere che un piccolo gruppo di azionisti prenda l'iniziativa nei GMS ed eserciti un grande potere sulla gestione. La breve durata dell'azionariato incoraggia una visione di breve termine in cui le azioni devono aumentare di valore il più rapidamente possibile. Questa è una visione ristretta degli interessi dell'azienda, poiché gli stakeholder dell'azienda (come i suoi dipendenti) beneficiano di una visione a lungo termine. Il Codice di Autodisciplina parla di "creazione di valore a lungo termine" in questo contesto. Questo è il motivo per cui la società a due livelli legale è ancora oggi un'importante forma di società, che mira a ristabilire l'equilibrio degli interessi delle parti interessate.

Quali società possono beneficiare del regime di struttura?

Le regole legali a due livelli (chiamate anche regime di struttura o "structuurrregime" in olandese) non sono immediatamente obbligatorie. La legge stabilisce i requisiti che un'azienda deve soddisfare prima che l'applicazione possa diventare obbligatoria dopo un certo periodo (a meno che non ci sia un'esenzione, che sarà discussa di seguito). Questi requisiti sono stabiliti nella sezione 2: 263 del codice civile olandese ("DCC"):

  • Il progetto capitale sottoscritto della società unitamente alle riserve iscritte in bilancio comprese le note esplicative ammontano a almeno un importo determinato con Regio Decreto (attualmente fissato a €16 milioni). Ciò include anche le azioni riacquistate (ma non annullate) e tutte le riserve nascoste come indicato nelle note esplicative.
  • La società, o una sua dipendente, ha costituito a Comitato aziendale sulla base di un obbligo legale.
  • Sono impiegati almeno 100 dipendenti nei Paesi Bassi dalla società e dalla sua società dipendente. Il fatto che i dipendenti non svolgano un lavoro a tempo indeterminato oa tempo pieno non ha un ruolo in questo.

Cos'è un'azienda dipendente?

Un concetto importante da questi requisiti è il società dipendente. Spesso si crede erroneamente che le regole legali a due livelli non si applichino alla società madre, ad esempio perché non è la società madre che ha istituito il comitato aziendale ma la società controllata. È quindi importante verificare se sono state soddisfatte determinate condizioni per altre società del gruppo. Queste potrebbero essere considerate società dipendenti (secondo l'articolo 2: 152/262 DCC) se sono:

  1. una persona giuridica alla quale la società o una o più società dipendenti, da sola o congiuntamente e per proprio conto, conferire almeno la metà del capitale sottoscritto,
  2. una società il cui l'impresa è iscritta nel registro delle imprese e per cui la società o una società dipendente è pienamente responsabile in qualità di partner nei confronti di terzi per tutti i debiti.

Applicazione volontaria

Finalmente è possibile applicare il sistema di bordo (completo o mitigato) a due livelli volontariamente. In tal caso, è applicabile solo il secondo requisito relativo al comitato aziendale. Le regole statutarie a due livelli sono quindi applicabili non appena sono incluse nello statuto della società.

La formazione della società a due livelli statutaria

Se l'azienda soddisfa i requisiti di cui sopra, è legalmente qualificata come "grande azienda". Ciò deve essere segnalato al registro delle imprese entro due mesi dall'adozione dei conti annuali da parte del GMS. Un'omissione di questa registrazione è considerata un reato economico. Inoltre, ogni soggetto legittimamente interessato può richiedere al tribunale di effettuare tale registrazione. Se questa registrazione è rimasta nel registro di commercio ininterrottamente per tre anni, si applica il regime di struttura. A quel tempo, lo statuto doveva essere stato modificato per facilitare questo regime. Il periodo per l'applicazione delle due regole di legge non inizia a decorrere fino a quando la registrazione non è stata effettuata, anche se la notifica è stata omessa. La registrazione può essere interrotta nel frattempo se la società non soddisfa più i requisiti di cui sopra. Quando l'azienda viene informata di essere nuovamente conforme, il periodo ricomincia dall'inizio (a meno che il periodo non sia stato interrotto ingiustamente).

Esenzione (parziale)

L'obbligo di notifica non si applica in caso di esenzione totale. Se il regime di struttura è applicabile, questo cesserà di esistere senza un periodo di run-off. Seguono le seguenti esenzioni di legge:

  1. La compagnia è a società dipendente di una persona giuridica alla quale si applica il regime di struttura piena o mitigata. In altre parole, la controllata è esentata se il sistema di bordo a due livelli (mitigato) si applica alla società madre, ma viceversa non comporta un'esenzione per la società madre.
  2. Il progetto la società funge da società di gestione e finanza in un gruppo internazionale, salvo che i dipendenti impiegati dalla società e dalle società del gruppo sono per la maggior parte occupati al di fuori dei Paesi Bassi.
  3. Una società in cui almeno la metà del capitale emesso è partecipato a joint venture di almeno due soggetti giuridici soggetti al regime di struttura.
  4. La società di servizi è un gruppo internazionale.

Esiste anche un regime di struttura mitigata o indebolita per i gruppi internazionali, in cui l'OdV non è autorizzato a nominare o revocare membri del consiglio di amministrazione. La ragione di ciò è che l'unità e la politica all'interno del gruppo con una società legale a due livelli è rotta. Ciò si applica se si verifica uno dei seguenti casi:

  1. La società è (i) una società di consiglio a due livelli di cui (ii) almeno la metà del capitale emesso è detenuta da una società madre (olandese o estera) o da una società dipendente e (iii) la maggioranza gruppo'i dipendenti di s lavorano al di fuori dei Paesi Bassi.
  2. Almeno la metà del capitale emesso di una società a due livelli legale è detenuta da due o più società di cui a joint venture accordo (accordo di cooperazione reciproca), la maggior parte dei cui dipendenti all'interno del proprio gruppo lavora al di fuori dei Paesi Bassi.
  3. Almeno la metà del capitale emesso è detenuta da una società madre o da una sua società dipendente in virtù di un accordo di mutua collaborazione che è essa stessa una società a due livelli legale.

Le conseguenze del regime di struttura

Allo scadere del periodo, la società deve modificare il proprio statuto in conformità con le disposizioni di legge che disciplinano il sistema di consiglio a due livelli (articoli 2: 158-164 della DCC per NV e articoli 2: 268-2: 274 del il DCC per la BV). La società a due livelli differisce dalla società normale per i seguenti punti:

  • Il progetto istituzione di un consiglio di sorveglianza (o struttura del consiglio monistico ai sensi dell'articolo 2: 164a / 274a della DCC) è obbligatorio;
  • Il progetto SB riceverà poteri più ampi a scapito dei poteri del GMS. Ad esempio, all'OdV verranno conferiti diritti di approvazione in merito a importanti decisioni gestionali e (a regime) potrà nominare e revocare amministratori.
  • Il progetto i componenti dell'OdV sono nominati dal GMS su nomina dell'OdV, di cui un terzo dei componenti sono nominati dal Comitato Aziendale. La nomina può essere rifiutata solo a maggioranza assoluta che rappresenti almeno un terzo del capitale emesso.

Regime strutturale discutibile?

Il potere dei piccoli azionisti, attivisti ed esclusivamente orientati al profitto può essere limitato dal regime di struttura. Questo perché l'OdV, attraverso l'estensione dei propri poteri, può concentrarsi su un più ampio raggio di interessi all'interno dell'interesse aziendale, compreso l'interesse dell'azionista, a vantaggio degli stakeholder in senso lato oltre che della continuità aziendale. Anche i dipendenti acquisiscono maggiore influenza sulla politica aziendale, perché il Comitato aziendale nomina un terzo dell'OdV.

Limitazione del controllo degli azionisti

Tuttavia, la società a due livelli legale può essere svantaggiosa se si verifica una situazione che si discosta dalla pratica degli azionisti a breve termine. Questo perché i grandi azionisti, che in precedenza hanno arricchito l'azienda con la loro influenza e visione a lungo termine (come, ad esempio, nelle imprese familiari), sono limitati nel loro controllo dal sistema di consiglio a due livelli. Ciò può anche rendere l'azienda meno attraente per il capitale straniero. Questo perché la società biposto statutaria non è più in grado di esercitare i diritti di nomina e di revoca - esercizio di più ampio respiro di tale controllo - e (anche in regime mitigato) di esercitare il diritto di veto su importanti decisioni gestionali . I restanti diritti di raccomandazione o di opposizione e la possibilità di licenziamento nel frattempo sono solo una pallida ombra di questo. L'opportunità di un sistema legale a due livelli dipende quindi dalla cultura degli azionisti dell'azienda.

Un regime di struttura su misura

Tuttavia, è possibile prendere alcune disposizioni per accogliere gli azionisti della società nei limiti di legge. Ad esempio, sebbene nello statuto non sia possibile limitare l'approvazione di importanti decisioni gestionali da parte dell'OdV, è possibile richiedere l'approvazione di un altro organo aziendale (es. GMS) anche per tali decisioni. Per questo valgono le normali regole per la modifica dello statuto. Oltre a una deviazione nello statuto, è possibile anche una deviazione contrattuale. Tuttavia, questo non è consigliabile perché non è applicabile nel diritto societario. Apportando modifiche legalmente consentite alle due regole di legge, è possibile trovare una via di accesso al regime che si adatta alla società, nonostante l'applicazione obbligatoria.

Hai ancora domande sul regime della struttura dopo aver letto questo articolo o vorresti una consulenza personalizzata su un regime di struttura? Allora si prega di contattare Law & More. I nostri avvocati sono specializzati in diritto societario e saranno lieti di aiutarti!

Share
Law & More B.V.