La nuova modifica alla legge olandese sulla vigilanza degli uffici fiduciari e la fornitura di domicilio plus

Negli ultimi anni il settore fiduciario olandese è diventato un settore altamente regolamentato. Gli uffici fiduciari nei Paesi Bassi sono sotto stretto controllo. La ragione di ciò è che l'autorità di regolamentazione ha alla fine compreso e capito che gli uffici fiduciari corrono il rischio di essere coinvolti nel riciclaggio di denaro o nel condurre affari con parti fraudolente. Per poter controllare gli uffici fiduciari e regolare il settore, l'atto di supervisione degli uffici fiduciari olandese (Wtt) è entrato in vigore nel 2004. Sulla base di questa legge, gli uffici fiduciari devono soddisfare diversi requisiti per poter condurre le loro attività. Recentemente è stato adottato un altro emendamento al Wtt, entrato in vigore il 1 ° gennaio 2019. Questo emendamento legislativo comporta, tra l'altro, che la definizione di prestatore di domicilio secondo il Wtt è diventata più ampia. A seguito di questo emendamento, un numero maggiore di istituzioni rientra nell'ambito di applicazione del Wtt, che può avere conseguenze importanti per queste istituzioni. In questo articolo verrà spiegato cosa comporta la modifica del Wtt riguardo alla fornitura del domicilio e quali sono le conseguenze pratiche della modifica all'interno di quest'area.

La nuova modifica alla legge olandese sulla vigilanza del Trust Office e la fornitura di domicilio plus

1. I precedenti dell'atto di supervisione dell'ufficio fiduciario olandese

Un ufficio fiduciario è una persona giuridica, società o persona fisica che, professionalmente o commercialmente, fornisce uno o più servizi fiduciari, con o senza altre persone giuridiche o società. Come già indicato dal nome del Wtt, gli uffici fiduciari sono soggetti a vigilanza. L'autorità di controllo è la Banca centrale olandese. Senza un permesso della Banca centrale olandese, gli uffici fiduciari non possono operare da un ufficio nei Paesi Bassi. Il Wtt include, tra le altre materie, la definizione di un ufficio fiduciario e i requisiti che gli uffici fiduciari nei Paesi Bassi devono soddisfare per ottenere un permesso. Il Wtt classifica cinque categorie di servizi fiduciari. Le organizzazioni che forniscono questi servizi sono definite come un ufficio fiduciario e richiedono un permesso secondo il Wtt. Ciò riguarda i seguenti servizi:

  • essere un direttore o un partner di una persona giuridica o di una società;
  • fornire un indirizzo o un indirizzo postale, oltre a fornire servizi aggiuntivi (fornitura di domicilio plus);
  • avvalendosi di una società di condotte a vantaggio del cliente;
  • vendita o mediazione nella vendita di persone giuridiche;
  • fungere da fiduciario.

Le autorità olandesi hanno avuto vari motivi per introdurre il Wtt. Prima dell'introduzione del Wtt, il settore fiduciario non era stato, o quasi, mappato, in particolare per quanto riguarda il grande gruppo di piccoli uffici fiduciari. Introducendo la vigilanza, si potrebbe ottenere una visione migliore del settore fiduciario. La seconda ragione per l'introduzione del Wtt è che le organizzazioni internazionali, come la Task Force di azione finanziaria, hanno sottolineato un rischio maggiore per gli uffici fiduciari di essere coinvolti, tra l'altro, nel riciclaggio di denaro e nell'evasione fiscale. Secondo queste organizzazioni, c'era un rischio di integrità nel settore fiduciario che doveva essere reso gestibile mediante regolamentazione e supervisione. Queste istituzioni internazionali hanno anche raccomandato misure, tra cui il principio del know-your-customer, che si concentra su operazioni commerciali incorruttibili e in cui gli uffici fiduciari devono sapere con chi conducono gli affari. Si intende impedire che gli affari vengano condotti con parti fraudolente o criminali. L'ultima ragione per introdurre il Wtt è che l'autoregolamentazione relativa agli uffici fiduciari nei Paesi Bassi non è stata considerata sufficiente. Non tutti gli uffici fiduciari erano soggetti alle stesse regole, poiché non tutti gli uffici erano riuniti in una succursale o organizzazione professionale. Inoltre, mancava un'autorità di controllo in grado di garantire l'applicazione delle norme.[1] Il Wtt ha quindi assicurato che fosse stabilita una chiara regolamentazione relativa agli uffici fiduciari e che i suddetti problemi fossero stati risolti.

2. La definizione di prestazione di domicilio più servizio

Dall'introduzione del Wtt nel 2004, ci sono state regolari modifiche a questa legge. Il 6 novembre 2018, il Senato olandese ha adottato un nuovo emendamento al Wtt. Con il nuovo Dutch Trust Office Supervision Act 2018 (Wtt 2018), entrato in vigore il 1 ° gennaio 2019, i requisiti che gli uffici fiduciari devono soddisfare sono diventati più rigorosi e l'autorità di vigilanza ha a disposizione più mezzi di controllo. Questo cambiamento ha, tra l'altro, esteso il concetto di "fornitura di domicilio plus". Sotto il vecchio Wtt il seguente servizio era considerato un servizio fiduciario: la fornitura di un indirizzo per un'entità giuridica in combinazione con lo svolgimento di servizi aggiuntivi. Questo è anche chiamato il prestazione di domicilio plus.

Prima di tutto, è importante capire cosa comporta esattamente la prestazione di domicilio. Secondo il Wtt, la disposizione del domicilio è la fornitura di un indirizzo postale o di un indirizzo di visita, per ordine o persona giuridica, società o persona fisica che non appartiene allo stesso gruppo del fornitore dell'indirizzo. Se l'entità che fornisce l'indirizzo svolge servizi aggiuntivi oltre a questa disposizione, parliamo della prestazione di domicilio plus. Insieme, queste attività sono considerate un servizio fiduciario secondo il Wtt. I seguenti servizi aggiuntivi riguardavano il vecchio Wtt:

  • fornire consulenza o fornire assistenza di diritto privato, ad eccezione di svolgere attività di accoglienza;
  • fornire consulenza fiscale o occuparsi di dichiarazioni fiscali e servizi connessi;
  • svolgere attività relative alla preparazione, valutazione o revisione dei conti annuali o allo svolgimento delle amministrazioni;
  • reclutamento di un amministratore per una persona giuridica o società;
  • altre attività aggiuntive designate dall'ordine amministrativo generale.

La prestazione di domicilio insieme all'esecuzione di uno dei servizi aggiuntivi sopra menzionati è considerata un servizio fiduciario ai sensi del vecchio Wtt. Le organizzazioni che forniscono questa combinazione di servizi devono avere un permesso secondo il Wtt.

In base al Wtt 2018, i servizi aggiuntivi sono stati leggermente modificati. Ora riguarda le seguenti attività:

  • fornire consulenza legale o fornire assistenza, ad eccezione di svolgere attività di accoglienza;
  • curare dichiarazioni fiscali e servizi connessi;
  • svolgere attività relative alla preparazione, valutazione o revisione dei conti annuali o allo svolgimento delle amministrazioni;
  • reclutamento di un amministratore per una persona giuridica o società;
  • altre attività aggiuntive designate dall'ordine amministrativo generale.

È chiaro che i servizi aggiuntivi previsti dal Wtt 2018 non si discostano molto dai servizi aggiuntivi previsti dal vecchio Wtt. La definizione di consulenza di cui al primo punto è leggermente ampliata e la fornitura di consulenza fiscale è eliminata dalla definizione, ma per il resto riguarda quasi gli stessi servizi aggiuntivi.

Tuttavia, quando il Wtt 2018 viene confrontato con il vecchio Wtt, si può vedere un grande cambiamento per quanto riguarda la fornitura di domicilio plus. Ai sensi dell'articolo 3, paragrafo 4, lettera b Wtt 2018, è vietato svolgere attività senza autorizzazione sulla base di questa legge, che sono finalizzate sia alla fornitura di un indirizzo postale o di un indirizzo di visita di cui alla sezione b della definizione di servizi fiduciari e all'esecuzione di servizi aggiuntivi di cui a tale parte, a beneficio della stessa persona fisica, persona giuridica o società.[2]

Questo divieto è sorto perché la fornitura di domicilio e lo svolgimento di servizi aggiuntivi lo sono spesso separati in pratica, il che significa che questi servizi non sono condotti dalla stessa parte. Invece, una parte ad esempio esegue i servizi aggiuntivi e quindi mette in contatto il cliente con un'altra parte che fornisce il domicilio. Poiché la prestazione di servizi aggiuntivi e la prestazione di domicilio non sono condotte dalla stessa parte, in linea di principio non parliamo di un servizio fiduciario secondo il vecchio Wtt. Separando questi servizi, non è inoltre necessario alcun permesso secondo il vecchio Wtt e si evita così l'obbligo di ottenere tale permesso. Al fine di prevenire questa separazione dei servizi fiduciari in futuro, è stato incluso un divieto nell'articolo 3, paragrafo 4, lettera b Wtt 2018.

3. Conseguenze pratiche del divieto di separazione dei servizi fiduciari

Secondo il vecchio Wtt, le attività dei fornitori di servizi che separano la prestazione di domicilio e lo svolgimento di attività aggiuntive e che questi servizi sono prestati da parti diverse, non rientrano nella definizione di servizio fiduciario. Tuttavia, con il divieto di cui all'articolo 3, paragrafo 4, lettera b Wtt 2018, è anche vietato alle parti che separano i servizi fiduciari condurre tali attività senza un permesso. Ciò implica che le parti che desiderano continuare a svolgere le loro attività in questo modo, necessitano di un permesso e quindi rientrano anche sotto la supervisione della Banca nazionale olandese.

Il divieto prevede che i fornitori di servizi forniscano un servizio fiduciario ai sensi del Wtt 2018 quando svolgono attività volte sia alla prestazione di domicilio sia all'esecuzione di servizi aggiuntivi. Pertanto, a un fornitore di servizi non è consentito fornire servizi aggiuntivi e successivamente portare il proprio cliente in contatto con un'altra parte che fornisce domicilio, senza disporre di un permesso ai sensi del Wtt. Inoltre, un fornitore di servizi è non è consentito agire come intermediario portando un cliente in contatto con varie parti che possono fornire domicilio ed eseguire servizi aggiuntivi, senza un permesso.[3] Questo è anche il caso in cui questo intermediario non fornisce il domicilio stesso, né svolge servizi aggiuntivi.

4. Indirizzare i clienti a fornitori specifici di domicilio

In pratica, ci sono spesso parti che prestano servizi aggiuntivi e successivamente indirizzano il cliente a uno specifico fornitore di domicilio. In cambio di questo rinvio, il fornitore di domicilio paga spesso una commissione alla parte che ha inviato il cliente. Tuttavia, secondo il Wtt 2018, non è più consentito che i fornitori di servizi cooperino e separino deliberatamente i loro servizi al fine di evitare il Wtt. Quando un'organizzazione esegue servizi aggiuntivi per i clienti, non è consentito indirizzare tali clienti a specifici fornitori di domicilio. Ciò significa che esiste una cooperazione tra le parti volta a evitare il Wtt. Inoltre, quando viene ricevuta una commissione per i rinvii, è evidente che esiste una cooperazione tra le parti in cui i servizi fiduciari sono separati.

L'articolo pertinente del Wtt parla delle attività svolte teso a sia fornendo un indirizzo postale o un indirizzo di visita sia durante l'esecuzione di servizi aggiuntivi. Il memorandum di modifica fa riferimento mettendo in contatto il cliente con parti diverse.[4] Il Wtt 2018 è una nuova legge, quindi in questo momento non ci sono sentenze giudiziarie in merito a questa legge. Inoltre, la letteratura pertinente discute solo i cambiamenti che questa legge comporta. Ciò significa che, in questo momento, non è ancora chiaro come la legge funzionerà esattamente nella pratica. Di conseguenza, al momento non sappiamo quali azioni rientrino esattamente nelle definizioni di "mirato" e "contatto con". Pertanto, attualmente non è possibile stabilire quali azioni rientrino esattamente nel divieto di cui all'articolo 3, paragrafo 4, lettera b Wtt 2018. Tuttavia, è certo che si tratta di una scala mobile. Il riferimento a specifici fornitori di domicilio e la ricezione di una commissione per tali referenti viene considerato come un contatto per i clienti con un fornitore di domicilio. La raccomandazione di specifici fornitori di domicilio con i quali si hanno buone esperienze comporta un rischio, sebbene in linea di principio il cliente non sia direttamente riferito a un fornitore di domicilio. Tuttavia, in questo caso viene menzionato uno specifico fornitore di domicilio che il cliente può contattare. Vi sono buone probabilità che ciò venga visto come "mettere in contatto il cliente" con un fornitore di domicilio. Dopotutto, in questo caso il cliente non deve fare alcuno sforzo per trovare un fornitore di domicilio. Resta da chiedersi se parliamo di "mettere in contatto il cliente con" quando un cliente viene indirizzato a una pagina di ricerca di Google compilata. Questo perché, in tal modo, non è raccomandato alcun fornitore specifico di domicilio, ma l'istituzione fornisce al cliente nomi di fornitori di domicilio. Al fine di chiarire quali azioni rientrino esattamente nell'ambito del divieto, la disposizione giuridica dovrà essere ulteriormente sviluppata nella giurisprudenza.

5. Συμπέρασμα

È chiaro che il Wtt 2018 può avere conseguenze importanti per le parti che svolgono servizi aggiuntivi e allo stesso tempo indirizzare i propri clienti a un'altra parte che può fornire domicilio. Secondo il vecchio Wtt, queste istituzioni non rientravano nell'ambito di applicazione del Wtt e quindi non richiedevano un permesso ai sensi del Wtt. Tuttavia, da quando è entrato in vigore il Wtt 2018, vi è un divieto sul cosiddetto separazione dei servizi fiduciari. D'ora in poi, le istituzioni che svolgono attività incentrate sia sulla prestazione del domicilio sia sulla prestazione di servizi aggiuntivi, rientrano nell'ambito di applicazione del Wtt e devono ottenere un permesso ai sensi di questa legge. In pratica, ci sono molte organizzazioni che svolgono servizi aggiuntivi e quindi indirizzano i propri clienti a un fornitore di domicilio. Per ogni cliente a cui fanno riferimento, ricevono una commissione dal fornitore del domicilio. Tuttavia, dall'entrata in vigore del Wtt 2018, ai fornitori di servizi non è più consentito cooperare e separare deliberatamente i servizi al fine di evitare il Wtt. Le organizzazioni che lavorano su questa base dovrebbero quindi dare uno sguardo critico alle loro attività. Queste organizzazioni hanno due opzioni: adeguano le loro attività o rientrano nell'ambito di applicazione del Wtt e pertanto richiedono un permesso e sono soggette al controllo della Banca centrale olandese.

Contattaci

Se avete domande o commenti dopo aver letto questo articolo, non esitate a contattare mr. Maxim Hodak, avvocato presso Law & More via [Email protected]o sig. Tom Meevis, avvocato presso Law & More via [Email protected]o chiama +31 (0) 40-3690680.

[1] K. Frielink, Toezicht Trustkantoren in Nederland, Deventer: Wolters Kluwer Nederland 2004.

[2] Kamerstukken II 2017/18, 34, 910 (Nota van Wijziging).

[3] Kamerstukken II 2017/18, 34, 910 (Nota van Wijziging).

[4] Kamerstukken II 2017/18, 34, 910 (Nota van Wijziging).

Condividi