Quando è consentito recedere dall'obbligo per gli alimenti del partner?

Se il tribunale decide dopo il divorzio che sei obbligato a pagare gli alimenti al tuo ex-partner, questo è limitato a un certo periodo di tempo. Nonostante questo periodo di tempo, in pratica capita spesso che dopo un po 'di tempo sia possibile ridurre unilateralmente o addirittura terminare del tutto gli alimenti. Sei obbligato a pagare gli alimenti al tuo ex-partner e hai scoperto, ad esempio, che sta vivendo con un nuovo partner? In tal caso, hai un motivo per risolvere l'obbligo di alimenti. Tuttavia, devi essere in grado di dimostrare che esiste una convivenza. Se hai perso il lavoro o hai meno capacità finanziaria, anche questo è un motivo per ridurre gli alimenti dei partner. Se il tuo ex-partner non accetta un cambiamento o termina il cibo, puoi organizzarlo in tribunale. Avrai bisogno di un avvocato per farlo. Un avvocato dovrà presentare una domanda per questo al tribunale. Sulla base di questa domanda e della difesa della parte avversaria, il tribunale prenderà una decisione. Law & MoreGli avvocati divorzisti sono specializzati in questioni relative agli alimenti dei partner. Se ritieni che al tuo ex partner non sia più consentito ricevere alimenti per partner o se ritieni che l'importo debba essere ridotto, contatta direttamente i nostri avvocati esperti in modo da non pagare inutilmente gli alimenti.

Quando è consentito recedere dall'obbligo per gli alimenti del partner?

L'obbligo di mantenere il tuo ex-partner può terminare nei seguenti modi:

  • Muore uno degli ex soci;
  • Il destinatario degli alimenti si risposa, convive o entra in un'unione registrata;
  • Il destinatario degli alimenti ha abbastanza reddito se stesso o la persona che è obbligata a pagare gli alimenti non può più pagare gli alimenti;
  • Il termine concordato o il termine legale scade.

La risoluzione dell'obbligo di pagamento degli alimenti ha conseguenze importanti per il destinatario degli alimenti. Dovrà perdere un determinato importo al mese. Il giudice effettuerà quindi un'attenta valutazione prima che tale decisione venga presa.

Nuova relazione ex-partner
Un punto di discussione comune nella pratica riguarda la convivenza del destinatario degli alimenti. Per terminare gli alimenti dei partner, ci deve essere una convivenza "come se fossero sposati" o come se fossero in un'unione registrata. C'è solo una convivenza come se fossero sposati quando i conviventi hanno una famiglia comune, quando hanno una relazione affettiva che è anche duratura e quando si scopre che i conviventi si prendono cura l'uno dell'altro. Deve quindi essere una convivenza a lungo termine, una relazione temporanea non ha questo scopo. Se tutti questi requisiti sono soddisfatti viene spesso deciso da un giudice. Il giudice interpreterà i criteri in modo limitato. Ciò significa che il giudice non decide facilmente che esiste una convivenza come se fossero sposati. Se si desidera porre fine all'obbligo degli alimenti dei partner, è necessario dimostrare la convivenza.

Se esiste davvero un caso di "convivenza di nuovo" con un nuovo partner, allora la persona che ha diritto agli alimenti del partner ha definitivamente perso il suo diritto agli alimenti. Questo è anche il caso in cui la nuova relazione del tuo ex-partner viene nuovamente interrotta. Pertanto, non puoi essere obbligato a pagare nuovamente gli alimenti per il tuo ex partner, perché la sua nuova relazione è terminata.

Nuovo pagatore di alimenti per relazioni
È anche possibile che tu, in qualità di pagatore di alimenti, otterrai un nuovo partner con il quale sposerai, conviverai o entrerai in un'unione registrata. In tal caso, oltre al tuo obbligo di pagare gli alimenti al tuo ex-partner, avrai anche un obbligo di manutenzione per il tuo nuovo partner. In alcune situazioni, ciò può comportare una riduzione della quantità di alimenti pagabili al tuo ex-partner perché la tua capacità portante deve essere divisa tra due persone. A seconda del tuo reddito, ciò potrebbe anche significare che puoi porre fine all'obbligo di alimenti nei confronti del tuo ex-partner, perché la tua capacità di pagamento è insufficiente.

Porre fine insieme all'obbligo degli alimenti del partner
Se il tuo ex-partner è d'accordo con la risoluzione del contratto del partner, puoi farlo in un accordo scritto. Law & MoreGli avvocati possono stipulare un accordo formale per te. Questo accordo deve quindi essere firmato da te e dal tuo ex-partner.

Prendere accordi per gli alimenti dei partner
Tu e il tuo ex-partner siete liberi di concordare insieme la durata e l'importo degli alimenti del partner. Se non è stato concordato nulla sulla durata degli alimenti, si applica automaticamente il termine legale. Trascorso questo periodo, termina l'obbligo di pagamento degli alimenti.

Il termine legale per gli alimenti dei partner
Se sei divorziato prima del 1 ° gennaio 2020, la durata massima degli alimenti del partner è di 12 anni. Se il matrimonio non dura da più di cinque anni e non hai figli, il termine di alimenti è pari alla durata del matrimonio. Queste condizioni legali sono applicabili anche alla fine di un'unione registrata.

dal 1 ° gennaio 2020 sono in vigore altre norme. Se sei divorziato dopo il 1 ° gennaio 2020, il periodo di alimenti è pari alla metà della durata del matrimonio, con un massimo di 5 anni. Tuttavia, sono state fatte alcune eccezioni a questa regola:

  • Se sei sposato da 15 anni e puoi richiedere la pensione di vecchiaia entro 10 anni, puoi richiedere gli alimenti fino all'entrata in vigore della pensione di vecchiaia.
  • Hai più di 50 anni e sei sposato da almeno 15 anni? In tal caso, il periodo massimo di alimenti è di 10 anni.
  • Hai figli di età inferiore ai 12 anni? In tal caso, gli alimenti del partner continuano fino a quando il bambino più piccolo raggiunge i 12 anni.

Se ti trovi in ​​una situazione che giustifica la risoluzione o la riduzione degli alimenti del partner, non esitare a contattare Law & More. Law & MoreGli avvocati specializzati possono consigliarti ulteriormente sull'opportunità di avviare un procedimento per ridurre o addirittura eliminare gli alimenti.

Condividi