Quando scade un reclamo?

Quando scade un reclamo?

Se si desidera riscuotere un debito insoluto dopo molto tempo, potrebbe esserci il rischio che il debito sia prescritto. Anche le richieste di risarcimento danni o rivendicazioni possono essere prescritte. Come funziona la prescrizione, cosa sono i termini di prescrizione e quando iniziano a decorrere? 

Cos'è la limitazione di un reclamo?

Un credito è prescritto se il creditore non interviene per garantire che il credito sia pagato per un periodo di tempo prolungato. Una volta scaduto il termine di prescrizione, il creditore non può più far valere il credito in giudizioCiò non significa che il reclamo non esista più. Il credito si trasforma in un'obbligazione naturale inapplicabile. Il debitore può ancora riscattare il credito nei seguenti modi.

  • Con pagamento volontario o pagamento "per errore".
  • Compensando un debito verso il debitore

Un reclamo non decade automaticamente. Il termine di prescrizione inizia solo quando il debitore lo invoca. Se dimentica, il credito può ancora essere riscosso in alcuni casi. Uno di questi casi è un atto di riconoscimento. Il debitore compie un atto di riconoscimento concordando un pagamento o chiedendo un rinvio. Anche se paga parte del credito, il debitore compie un atto di riconoscimento. Nell'atto di riconoscimento, il debitore non può invocare la prescrizione, anche se la prescrizione è scaduta da anni.

Quando decorre il termine di prescrizione?

Nel momento in cui un credito diventa esigibile e pagabile, decorre il termine di prescrizione. Il momento di esigibilità è quando il creditore può esigere l'esecuzione del credito. Ad esempio, i termini e le condizioni di un prestito stabiliscono che un prestito di € 10,000, – sarà rimborsato mensilmente in frazioni di € 2,500, -. In tal caso, € 2,500, – è dovuto dopo un mese. L'importo totale non è dovuto se le rate e gli interessi sono regolarmente pagati. Inoltre, il termine di prescrizione non si applica ancora alla somma principale. Trascorso il termine di una rata, la rata diventa esigibile e decorre il termine di prescrizione della relativa rata.

Quanto dura il termine di prescrizione?

Prescrizione dopo 20 anni

Il termine di prescrizione standard è di 20 anni dopo che il credito è sorto o è diventato esigibile. Alcuni reclami hanno un termine di prescrizione più breve, ma anche tali reclami sono ancora soggetti a un periodo di 20 anni se sono stabiliti in una sentenza del tribunale come un'ingiunzione del tribunale.

Prescrizione dopo cinque anni

Le seguenti rivendicazioni sono soggette a un termine di prescrizione di 5 anni (a meno che non vi sia una sentenza):

  • Una richiesta di esecuzione di un accordo di dare o fare (ad esempio, un prestito di denaro).
  • Richiesta di pagamento periodico. Puoi pensare al pagamento di interessi, affitto e salari o alimenti. Per ogni periodo di pagamento inizia a decorrere un termine di prescrizione separato.
  • Un reclamo per indebito pagamento. Supponiamo che tu abbia effettuato per sbaglio un bonifico a favore di uno sconosciuto, il termine decorre dal momento in cui ne sei venuto a conoscenza e conosci anche la persona del destinatario.
  • Una richiesta di risarcimento danni o penale pattuita. Il quinquennio decorre dal giorno successivo alla scoperta del danno e della conoscenza dell'autore del reato.

Prescrizione dopo due anni

Un regolamento separato si applica agli acquisti dei consumatori. L'acquisto di un consumatore è una cosa mobile (qualcosa che puoi vedere e sentire, ma eccezionalmente è inclusa anche l'elettricità) tra un venditore professionista e un consumatore (un acquirente che non agisce nell'esercizio di una professione o di un'impresa). Pertanto, non comprende la fornitura di servizi, come un corso o un ordine per la manutenzione del giardino, a meno che non sia fornito anche un articolo.

L'articolo 7:23 del codice civile (BW) stabilisce che i diritti dell'acquirente alla riparazione o al risarcimento si estinguono se non si lamenta entro un termine ragionevole dopo aver scoperto (o avrebbe potuto scoprire) che il bene consegnato non è conforme al accordo. Ciò che costituisce un "tempo ragionevole" dipende dalle circostanze, ma un periodo di 2 mesi in un acquisto da parte del consumatore è ragionevole. Successivamente, le pretese dell'acquirente si prescrivono in due anni dal ricevimento del reclamo.

Nota! Ciò può includere anche un prestito di denaro contratto direttamente per l'acquisto di un bene materiale da parte di un consumatore. Ad esempio, si consideri un contratto di credito per l'acquisto di un'auto per uso privato. Finché la rata è pagata, il capitale non è dovuto. Non appena il capitale viene rivendicato per qualsiasi motivo, ad esempio il debitore smette di pagare, inizia a decorrere un termine di prescrizione di due anni.

L'inizio del termine di prescrizione

Il termine di prescrizione non decorre automaticamente. Ciò significa che il reclamo esiste invariato e può essere riscosso. È il debitore che deve invocare esplicitamente la prescrizione. Supponiamo che si dimentichi di farlo e proceda comunque a compiere un atto di riconoscimento, ad esempio pagando ancora una parte del debito, chiedendo un rinvio o concordando un piano di pagamento. In tal caso, non potrà più invocare successivamente la prescrizione.

Se il debitore presenta un ricorso adeguato alla prescrizione, un reclamo non può più portare a una sentenza del tribunale. Se c'è una sentenza del tribunale, allora (dopo 20 anni) non può più portare all'esecuzione da parte di un ufficiale giudiziario. La sentenza è quindi nulla.

Discorso 

Solitamente la prescrizione viene interrotta dal creditore che diffida il debitore a pagare o comunque a rispettare l'accordo. L'interruzione avviene informando il creditore prima della scadenza del termine di prescrizione che il credito sussiste ancora, ad esempio mediante un sollecito di pagamento registrato o una citazione. Tuttavia, il sollecito o l'avviso devono soddisfare diverse condizioni per interrompere un termine di prescrizione. Ad esempio, deve essere sempre in forma scritta e il creditore deve riservarsi inequivocabilmente il proprio diritto all'adempimento. Se l'indirizzo del debitore è sconosciuto, l'interruzione può essere effettuata mediante un annuncio pubblico su un quotidiano regionale o nazionale. A volte un reclamo può essere interrotto solo presentando un'azione legale, oppure i procedimenti devono essere avviati poco dopo l'interruzione scritta. Si consiglia sempre di consultare un avvocato in diritto contrattuale quando si tratta di questa complessa questione.

In sostanza, il creditore deve poter provare l'interruzione del termine se il debitore invoca l'eccezione di prescrizione. Se non ha prove, e il debitore matura così il termine di prescrizione, il credito non può più essere fatto valere.

Estensione 

Un creditore può prorogare un termine di prescrizione in caso di pignoramento generale dei beni del debitore a causa di fallimento. Durante tale periodo nessuno può rivalersi sul debitore, per cui il legislatore ha stabilito che la prescrizione non può scadere durante il fallimento. Tuttavia, dopo lo scioglimento, il termine continua di nuovo fino a sei mesi dopo la fine del fallimento se il termine di prescrizione termina durante o entro sei mesi dal fallimento. I creditori dovrebbero prestare molta attenzione alle lettere del fiduciario. Invierà a ciascun creditore, purché iscritto al fallimento, un avviso di scioglimento del fallimento.

Una sentenza del tribunale

Per un reclamo stabilito in una sentenza, indipendentemente dalla prescrizione, si applica un periodo di 20 anni. Ma tale termine non si applica a un debito per interessi, che è stato pronunciato in aggiunta all'ingiunzione di pagare la somma principale. Supponiamo che qualcuno venga condannato a pagare 1,000 euro. Viene inoltre condannato al pagamento degli interessi legali. La sentenza può essere eseguita per 20 anni. Tuttavia, per gli interessi da pagare, si applica il termine di 5 anni. Pertanto, se la sentenza non viene eseguita se non dopo dieci anni e non si è verificata alcuna interruzione, gli interessi per i primi cinque anni sono prescritti. Nota! Anche l'interruzione è soggetta a un'eccezione. Solitamente, dopo l'interruzione, ricomincerà un nuovo mandato con la stessa durata. Ciò non si applica ai 20 anni di una sentenza del tribunale. Se questo termine viene interrotto poco prima della scadenza dei 20 anni, inizia a decorrere un nuovo periodo di soli cinque anni.

Ad esempio, non sei sicuro che il tuo credito nei confronti del tuo debitore sia prescritto? Hai bisogno di scoprire se il tuo debito nei confronti del tuo creditore è ancora rivendicabile dal creditore a causa di un termine di prescrizione? Non esitare e contatti nostri avvocati. Saremo felici di aiutarti ulteriormente!

Impostazioni privacy
Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza mentre utilizzi il nostro sito web. Se stai utilizzando i nostri Servizi tramite un browser, puoi limitare, bloccare o rimuovere i cookie attraverso le impostazioni del tuo browser web. Usiamo anche contenuti e script di terze parti che potrebbero utilizzare le tecnologie di tracciamento. È possibile fornire in modo selettivo il proprio consenso di seguito per consentire tali incorporamenti di terze parti. Per informazioni complete sui cookie che utilizziamo, i dati che raccogliamo e su come li elaboriamo, si prega di consultare il nostro Informativa sulla Privacy
Law & More B.V.