Forme alternative di risoluzione delle controversie: perché e quando scegliere l'arbitrato?

Quando le parti si trovano in una situazione di conflitto e non possono risolvere la questione da sole, andare in tribunale di solito è il passo successivo. Tuttavia, i conflitti tra le parti possono essere risolti in vari modi. Uno di questi metodi di risoluzione delle controversie è l'arbitrato. L'arbitrato è una forma di giustizia privata e quindi un'alternativa ai procedimenti giudiziari.

Forme alternative di risoluzione delle controversie: perché e quando scegliere l'arbitrato?

Ma Perché sceglieresti l'arbitrato invece del solito percorso legale? La procedura arbitrale differisce sostanzialmente dalla procedura giudiziaria. I seguenti punti non solo descrivono le differenze tra le due modalità di risoluzione delle controversie, ma evidenziano anche i vantaggi dell'arbitrato:

  • Expertise. La differenza con i procedimenti legali è che in arbitrato il conflitto è risolto al di fuori del tribunale. Le parti possono nominare (un numero dispari) stessi esperti indipendenti. Formano un comitato arbitrale (o il collegio arbitrale) che gestisce il conflitto. A differenza del giudice, degli esperti o degli arbitri, lavorano nel settore pertinente in cui si svolge la controversia. Di conseguenza, hanno accesso diretto a quelle conoscenze e competenze specifiche necessarie per risolvere l'attuale conflitto. E poiché il giudice di solito non ha una conoscenza così specifica, spesso accade in procedimenti legali che il giudice ritiene necessario essere informato dagli esperti su alcune parti della controversia. Un'indagine di questo tipo di solito provoca un ritardo significativo nella procedura ed è anche associata a costi elevati.
  • Lasso di tempo. A parte i ritardi, ad esempio con il coinvolgimento di esperti, la procedura stessa richiede di solito molto tempo prima che un giudice regolare. Dopotutto, le procedure stesse vengono regolarmente posticipate. Accade spesso che i giudici, per motivi non noti alle parti, decidano di rinviare la sentenza una o più volte di sei settimane. Una procedura media può quindi facilmente richiedere uno o due anni. L'arbitrato richiede meno tempo e spesso può essere risolto entro sei mesi. Non è inoltre possibile presentare ricorso in arbitrato. Se il comitato arbitrale prende una decisione, il conflitto finisce e il caso verrà chiuso, il che riduce al minimo le procedure lunghe e costose. Ciò è diverso solo se le parti concordano esplicitamente tra loro sulla possibilità di presentare un ricorso.
  • In caso di arbitrato, le parti stesse sostengono i costi della procedura e l'uso di arbitri esperti. In primo luogo, queste spese potrebbero rivelarsi più elevate per le parti rispetto alle spese di giudizio. Dopotutto, gli arbitri di solito devono essere pagati all'ora. Tuttavia, a più lungo termine, i costi nei procedimenti arbitrali per le parti possono essere inferiori ai costi nei procedimenti giudiziari. Dopo tutto, non solo la procedura giudiziaria richiede più tempo e quindi azioni procedurali, ma in tal caso possono essere richiesti esperti esterni, il che significa aumentare i costi. Se si vince la procedura arbitrale, gli arbitri possono anche trasferire tutti o parte dei costi effettuati nella procedura all'altra parte.
  • Nel caso di procedimenti giudiziari ordinari, le audizioni sono in linea di principio aperte al pubblico e le decisioni del procedimento sono spesso pubblicate. Questo corso di eventi potrebbe non essere desiderabile nella tua situazione, dato il possibile danno materiale o non materiale. In caso di arbitrato, le parti possono garantire che il contenuto e l'esito del caso rimangano segreti.

Un'altra domanda è quando può essere saggio scegliere per l'arbitrato invece della solita via legale? Questo può essere il caso di un conflitto all'interno dei rami specifici. Dopotutto, per vari motivi, un tale conflitto di solito richiede non solo una soluzione in un breve periodo di tempo, ma anche e soprattutto l'esperienza che può essere garantita e fornita nella procedura arbitrale per raggiungere una soluzione. La legge sull'arbitrato è un ramo separato dello sport che viene spesso utilizzato negli affari, nell'edilizia e nel settore immobiliare.

Alla luce di quanto precede, è importante che le parti, al momento di concludere un accordo, prestino attenzione non solo agli aspetti commerciali o finanziari, ma anche alla situazione di risoluzione delle controversie. Invii una controversia con l'altra parte presso il tribunale ordinario o scegli un arbitrato? Se si sceglie per l'arbitrato, è sensato stabilire una clausola compromissoria per iscritto nel contratto o nei termini e condizioni generali all'inizio del rapporto con l'altra parte. Il risultato di una tale clausola compromissoria è che il tribunale ordinario deve dichiarare di non avere giurisdizione se, nonostante la clausola compromissoria vincolante, una parte presenta una controversia.

Inoltre, se gli arbitri indipendenti hanno emesso un giudizio nel proprio caso, è importante tenere presente che questa sentenza è vincolante per le parti. Ciò significa che entrambe le parti devono aderire al verdetto del comitato arbitrale. In caso contrario, il comitato arbitrale può chiedere al tribunale di obbligare le parti a farlo. Se non si è d'accordo con la sentenza, non è possibile sottoporre il caso al tribunale dopo la conclusione della procedura arbitrale.

Non sei sicuro che accettare l'arbitrato sia una buona scelta nel tuo caso? Si prega di contattare il Law & More specialisti. Puoi anche contattare Law & More se si desidera redigere un accordo arbitrale o farlo controllare o se si hanno domande sull'arbitrato. Puoi anche trovare maggiori informazioni sull'arbitrato sul nostro sito della legge sull'arbitrato.

Condividi