Licenziamento durante il periodo di prova

Durante un periodo di prova, datore di lavoro e dipendente possono conoscersi. Il dipendente può vedere se il lavoro e l'azienda sono di suo gradimento, mentre il datore di lavoro può vedere se il dipendente è adatto al lavoro. Sfortunatamente, questo può portare al licenziamento del dipendente. Il datore di lavoro può licenziare un dipendente per qualsiasi motivo durante il periodo di prova? In questo articolo del blog spieghiamo cosa aspettarsi come dipendente o datore di lavoro. Per prima cosa discuteremo quando un periodo di prova soddisfa i requisiti legali. Successivamente, vengono discusse le regole relative al licenziamento durante il periodo di prova.

Licenziamento durante il periodo di prova

Periodo di prova legale

Poiché requisiti diversi si applicano ai licenziamenti durante il periodo di prova rispetto ai licenziamenti al di fuori del periodo di prova, è principalmente rilevante se il periodo di prova soddisfa i requisiti di legge. In primo luogo, il periodo di prova deve essere lo stesso per entrambe le parti. In secondo luogo, il periodo di prova deve essere concordato per iscritto. Questo può essere concordato, ad esempio, nel contratto di lavoro (collettivo).

Durata del periodo di prova

Inoltre, il periodo di prova non deve essere più lungo di quanto legalmente consentito. Ciò dipende dalla durata del contratto di lavoro. Ad esempio, la legge stabilisce che nessun periodo di prova può essere applicato nel caso di un contratto di lavoro di 6 mesi o meno. Se il contratto di lavoro ha una durata inferiore a 1 anno, ma superiore a 6 mesi, si applica al massimo 1 mese. Se il contratto è concluso per 2 anni o più (ad esempio per un periodo di tempo indefinito), si applica un periodo massimo di 2 mesi.

Periodo di prova in un nuovo contratto di lavoro con lo stesso datore di lavoro

Inoltre, dalla legge risulta che un periodo di prova in un nuovo contratto di lavoro con lo stesso datore di lavoro non è in linea di principio consentito, a meno che il nuovo contratto di lavoro non richieda chiaramente competenze o responsabilità diverse. Un nuovo periodo di prova potrebbe non essere incluso se lo stesso lavoro coinvolge un datore di lavoro successore (ad esempio lavoro temporaneo). La conseguenza di ciò è che, in virtù della legge, un periodo di prova può, in linea di principio, essere concordato una sola volta.

Il periodo di prova non soddisfa i requisiti legali

Se un periodo di prova non soddisfa i requisiti legali (ad esempio perché è più lungo di quanto consentito), è considerato nullo. Ciò significa che il periodo di prova non esiste. Ciò ha delle conseguenze per la validità di un licenziamento, perché il norme legali regolari in materia di licenziamento applicare. Questo è soggetto a requisiti più severi rispetto al licenziamento durante il periodo di prova.

Licenziamento entro il periodo di prova

Se un periodo di prova soddisfa i requisiti legali sopra descritti, si applica un programma di licenziamento più flessibile. Ciò significa che il contratto di lavoro può essere risolto in qualsiasi momento entro il periodo di prova senza un motivo di licenziamento giuridicamente ragionevole. Di conseguenza, il dipendente può anche essere licenziato durante il periodo di prova in caso di malattia, ad esempio, e in questo caso non ha diritto a un periodo di prova più lungo. In caso di risoluzione del contratto di lavoro è sufficiente una dichiarazione orale, anche se è preferibile confermarla per iscritto. La risoluzione del contratto di lavoro durante il periodo di prova può essere effettuata a queste condizioni sia per il dipendente che per il datore di lavoro. Ciò è possibile anche se il dipendente non ha ancora iniziato il suo lavoro. In caso di licenziamento entro il periodo di prova, il datore di lavoro non è obbligato a continuare a pagare il salario e inoltre (ad eccezione di circostanze imperative) non è obbligato a risarcire i danni.

Motivo del licenziamento

Il datore di lavoro non è obbligato a motivare la risoluzione del contratto di lavoro. Tuttavia, su richiesta del dipendente, il datore di lavoro deve spiegarlo. Lo stesso vale per il dipendente se il datore di lavoro desidera una motivazione per il licenziamento. La motivazione del licenziamento deve essere fornita per iscritto.

Diritto alle prestazioni

Se un dipendente decide di dimettersi durante il periodo di prova, non ha diritto al sussidio WW. Tuttavia, può avere diritto a un'indennità di assistenza sociale da parte del comune. Se un dipendente viene licenziato a causa di malattia, può avere diritto a beneficiare della legge sulle prestazioni di malattia (Ziektewet).

Discriminazione

Tuttavia, il datore di lavoro è tenuto a rispettare il divieto di discriminazione al momento della risoluzione del contratto di lavoro. Pertanto, il datore di lavoro non può rescindere il contratto in relazione al sesso (es. Gravidanza), razza, religione, orientamento, disabilità o malattia cronica. Tuttavia, è rilevante qui che l'interruzione durante il periodo di prova durante la gravidanza o una malattia cronica è consentita in connessione con un motivo generale di licenziamento.

Se il licenziamento è discriminatorio, può essere annullato dal tribunale distrettuale. Ciò deve essere richiesto entro due mesi dal licenziamento. Affinché tale richiesta possa essere accolta, deve esserci una grave colpevolezza da parte del datore di lavoro. Se il tribunale si pronuncia a favore del dipendente, il datore di lavoro deve lo stipendio, in quanto l'avviso di licenziamento è considerato non valido. Il datore di lavoro non è obbligato a risarcire il danno. Invece dell'annullamento, è anche possibile, in caso di risoluzione discriminatoria, chiedere un equo risarcimento, nel qual caso non deve essere provato alcun grave rimprovero.

Sei di fronte a un licenziamento o intendi licenziare un dipendente durante un periodo di prova? In tal caso, contattare Law & More. I nostri avvocati sono esperti nel campo del diritto del lavoro e saranno lieti di fornirti consulenza o assistenza legale durante il procedimento. Hai domande sui nostri servizi o sul licenziamento? Ulteriori informazioni possono essere trovate anche sul nostro sito: licenziamento.site.

Share